Dietro le quinte di Idre Fjäll

Alle 3 del mattino, in pieno inverno, le montagne di Idre    nel nord della Svezia, sono silenziose e avvolte da un'oscurità così fitta che puoi tagliarla con un coltello. Almeno da lontano. Avvicinandoti    alla stazione sciistica di Idre Fjäll invece    noterai gli ampi fari ed il ronzio costante di quattro battipista che sistematicamente modellano    e levigano le piste da sci, preparandole    per il prossimo gruppo di sciatori appassionati.

idre_fjall_fristads

Per il pubblico, la stagione sciistica a Idre Fjäll non inizia ufficialmente fino a Natale, ma gli addetti alla manutenzione che lavorano qui, preparano le  piste dal 1 ° ottobre. La pre-stagione inizia di solito poche settimane dopo, quando la prima squadre di sci - dai ragazzi dei club locali agli sciatori d'élite internazionali - si presentano per allenarsi e competere. Durante la pre-stagione, le piste vengono utilizzate dalle 5:00 alle 23:00, quindi le squadre di manutenzione devono lavorare sodo per tenere il passo.

“Ogni anno risparmiamo una tonnellata di neve che utilizziamo per preparare piste da fondo e piste da discesa per le squadre e le gare. Ci vogliono molti macchinari e personale ", spiega Martin Voest, responsabile della manutenzione di Idre Fjäll.

idre_fjall_fristads_mobile

Per il pubblico, la stagione sciistica a Idre Fjäll non inizia ufficialmente fino a Natale, ma gli addetti alla manutenzione che lavorano qui, preparano le  piste dal 1 ° ottobre. La pre-stagione inizia di solito poche settimane dopo, quando la prima squadre di sci - dai ragazzi dei club locali agli sciatori d'élite internazionali - si presentano per allenarsi e competere. Durante la pre-stagione, le piste vengono utilizzate dalle 5:00 alle 23:00, quindi le squadre di manutenzione devono lavorare sodo per tenere il passo.

“Ogni anno risparmiamo una tonnellata di neve che utilizziamo per preparare piste da fondo e piste da discesa per le squadre e le gare. Ci vogliono molti macchinari e personale ", spiega Martin Voest, responsabile della manutenzione di Idre Fjäll.

È tutta una questione di neve

All'inizio della stagione, gli equipaggi distribuiscono la neve che è stata salvata dalla stagione precedente e immagazzinata in grandi cataste sotto cippato e teloni. Il mucchio più grande è alto 17 metri e lungo 100 metri e contiene ben 85.000 m2 di neve. È un bel po 'di neve. Ma lungi dall'essere sufficiente per gestire il resort con tutta la forza: Madre Terra e 150 potenti cannoni da neve fanno la differenza. Quando fa più freddo e la produzione di neve è al culmine, ben 6 battipista lavorano quasi tutto il giorno per assicurarsi che le piste siano all'altezza. Inutile dire che tutto ruota intorno alla neve durante la stagione invernale a Idre Fjäll. Farlo, spostarlo, scolpirlo. E le squadre di manutenzione operano costantemente in balia del tempo.

"Se fa freddo, produciamo quanta più neve possibile. Se fa caldo, dobbiamo fare tutto il possibile per mantenere la neve che abbiamo già prodotto ", afferma Martin Voest.

“Il tempo determina il modo in cui prepariamo le piste. A volte spostiamo la neve per coprire aree dove la copertura è sottile. Poi di nuovo, se piove tutta la notte e molta neve sulle piste si è sciolta, dobbiamo stare attenti. Se il nostro tempismo è scadente, rischiamo di rovinare ciò che abbiamo già fatto ".

Abiti da lavoro flessibili

Martin Voest,    con la sua folta barba scura e    il grande sorriso, è un medico ed una guida esperta e lavora a Idre dal 2013. Prima di allora, ha lavorato come arboricoltore a Stoccolma per diversi anni. Certamente non estraneo al lavoro all'aperto, afferma che l'abbigliamento da lavoro di alta qualità è la chiave per far fronte alle intemperie. Comfort, traspirabilità e libertà di movimento sono alcune delle sue  priorità. Inoltre, un buon abbigliamento da lavoro, deve mantenerti asciutto    anche quando     sudi.

"Di solito siamo impegnati con il lavoro all'aperto tutto il giorno, ma l'intensità fisica varia, quindi abbiamo bisogno di vestiti in grado di gestire tutti i tipi di condizioni. Alcuni giorni potremmo sudare un sacco mentre scaviamo tubi o stendiamo una recinzione. Altri giorni non ci muoviamo tanto, quindi abbiamo   bisogno   di     stare caldi ", afferma Martin Voest, che indossa la giacca shell Airtech® di Fristads ed i pantaloni shell abbinati.

"Mi piace molto la giacca shell, non è ingombrante e posso usarla tutto l'anno. La cosa buona di Fristads è che hanno un vasto assortimento di indumenti da lavoro. "

Un futuro sostenibile?

Vestirsi per i capricci del tempo è una cosa, ma in futuro i lavoratori delle stazioni sciistiche di tutto il mondo dovranno pianificare una sfida ancora più grande: il cambiamento climatico globale. A Idre Fjäll, i cambiamenti sono già tangibili. Dieci o quindici anni fa, la stazione poteva sempre contare su una quantità di neve sufficiente per aprire le piste l'ultima settimana di ottobre. Oggi è una storia diversa.

"C'è molta incertezza con il clima; ci sta decisamente influenzando ", afferma Martin Voest.

L'organizzazione nazionale dell'industria sciistica svedese, SLAO, ha risposto alla sfida climatica presentando un piano per diventare completamente privi di fossili entro il 2027. A Idre Fjäll, gli edifici delle località funzionano già con energia al 100% priva di fossili. E non sorprenderti se nel prossimo futuro vedrai qui battipista ibridi e motoslitte elettriche.

"SLAO ha creato la road map di dove dobbiamo andare, ora spetta a ogni resort salire a bordo. Abbiamo iniziato concentrandoci sul consumo di carburante ed energia. Ad esempio, stiamo cercando soluzioni intelligenti per le nostre strutture, in modo da poter ridurre la temperatura automaticamente se una cabina è vuota ", afferma Martin Voest.

Tra il cambiamento climatico e la pandemia del  corona virus, le località sciistiche non mancano di incognite da affrontare. Tuttavia, Martin Voest si sente ottimista riguardo al futuro.

"Penso che il turismo estivo aumenterà in futuro e penso che crescerà anche il turismo invernale", afferma. "Sono sicuro che tra 20 anni avremo ancora lo sci qui - abbiamo un futuro radioso davanti a noi."

A PROPOSITO

Nome: Martin  Voest
Età: 31
Vive a: Idre, Sweden
Professione:  Responsabile della manutenzione
Posto di lavoro:  Idre Fjäll
Utensile preferito: Walkie-talkie  e motoslitta

Idre Fjäll

Quantità di neve prodotta ogni anno: 800,000 m2
Numero di discese: 41
Numero di  funivie : 24
Number of employees: 300 durante l'alta stagione
Tempo necessario per pulire l'intera montagna:   40  ore

A PROPOSITO

Nome: Martin  Voest
Età: 31
Vive a: Idre, Sweden
Professione: Responsabile della manutenzione
Posto di lavoro:  Idre Fjäll
Utensile preferito: Walkie-talkie e   motoslitta

Idre Fjäll

Quantità di neve prodotta ogni anno: 800,000 m2
Numero di discese: 41
Numero di funivie: 24
Number of employees: 300 durante l'alta stagione
Tempo necessario per pulire l'intera montagna: 40  ore

A PROPOSITO

Nome: Martin  Voest
Atà: 31
Vive a: Idre, Svezia
Professione: Responsabile della manutenzione
Posto di lavoro:  Idre Fjäll
Utensile preferito: Walkie-talkie  e  motoslitta

Idre Fjäll

Quantità di neve prodotta ogni anno: 800,000 m2
Numero di discese: 41
Numero di funivie: 24
Numero di   dipendenti: 300 durante l'alta stagione
Tempo necessario per pulire l'intera montagna: 40  ore